Danaan's Sphynx Cattery


Vai ai contenuti

Cure

Lo Sphynx




A differenza di ciò che può apparire, lo Sphynx è un gatto molto sano e robusto, la sua nudità lo fa solamente essere più “suscettibile” al freddo rispetto ad altri tipi di gatti. Questo non significa assolutamente che deve essere tenuto in una campana di vetro o che sia molto fragile ma, come proprio tutti noi umani, che sente freddo!! un luogo freddo per noi lo è anche per lui!.
Un luogo adatto ad uno Sphynx è un luogo dove anche noi (nudi) ci potremmo sentire bene. Ecco perché (oltre che per il fattore carattere ormai poco felino) è un gatto esclusivamente d'appartamento dove può trovare all'occorrenza coperte, cucce, divani e quanto altro gli possa essere utile per riposarsi al caldo tepore casalingo. Cercate quindi anche di assicurare la casa con zanzariere a tutte le finestre, così che il curioso sphynx non rischi distrattamente di cadere da balconi e terrazzi mentre sgambetta ormai ignaro dei pericoli. Sembra una cosa superflua, ma mi sento di dire sia la prima cosa FONDAMENTALE per chi vuole un bambin… ops, un gatto come questo.
Al tatto questo gatto risulta morbido e caldo, molti dicono che la sensazione tattile è quella di una pesca matura; per mantenere la sua temperatura corporea sempre stabile ha bisogno di molte calorie e quindi mangia molto e spesso, e necessita quindi di cibo secco (di alta qualità) sempre a disposizione, questa è una condizione inderogabile. Come noi lo sphynx suda, è consigliabile quindi tenere pulita la sua pelle con salviette umidificate per bambini, questo però non di frequente e solamente in zona quali musetto, zampine, e pancia, onde evitare di alterare il suo PH corporeo e aggravare il “problema” anziché migliorarlo. E’ consigliabile poi lavare lo sphynx con un sapone neutro per neonati; fatelo massimo una volta al mese, cercate di frizionare poco la pelle, e quando lo asciugate tamponatelo con un asciugamano morbido senza grattare la cute. Chi prendo uno sphynx sa in anticipo che non dovrà convivere con i peli sui divani, ma dovrà convivere con la sua secrezione oleosa.
Lo sphynx ama prendere il sole ma la sua pelle reagisce come la nostra: scottandosi (soprattutto negli esemplari di colore chiaro), quando nella stagione estiva si appisola vicino alle finestre di casa più battute dal sole (seppur con zanzariere) è bene quindi proteggerlo con crema solare per bambini ad alta protezione da rimuovere la sera con una brevissima passata di salviette umidificate.
Le grandi orecchione nude vanno pulite dal cerume una volta alla settimana con un cotton-fioc (senza però addentrarsi troppo nel canale uditivo) perché la mancanza di pelo aumenta la formazione ceruminosa la quale non ha nulla che la trattenga all’interno, il tutto sempre eseguito però con molta delicatezza onde evitare danni al canale uditivo. Si può anche pulire la zona del padiglione auricolare frizionando leggermentissimamente con una salvietta delicata per il viso delle donne. Ogni 10 giorni circa è bene anche tagliare le unghie allo sphynx poiché, essendo un gatto che vive esclusivamente in appartamento, non ha modi di farsi le unghie che quindi crescono molto lunghe e diventano poco agevoli ed inutili per lui, e poco “simpatiche” per voi quando vi balzerà sulle spalle per addormentarsi in quella “comoda” posizione.
Mi sento in dovere poi di inserire fra le “cure” ciò che per lo sphynx è fondamentale, ossia avere MOLTE attenzioni da parte del suo umano. Lo sphynx è un gatto molto diverso da quelli a cui siamo abituati, sia per il suo aspetto fisico ma soprattutto per il suo carattere davvero particolare. È un gatto con un’attitudine molto allegra e vivace dotato di estrema intelligenza, adora la compagnia dei membri della sua famiglia umana, degli altri gatti e di altri animali; non è raro infatti che cuccioli che non hanno mai visto dei cani in vita loro si adattino completamente al nuovo compagno nell’arco di poche ore; qualsiasi tipo di compagnia per lui va bene pur di non rimanere solo. Questo gatto infatti detesta la solitudine ed è adatto solo a chi desidera un gatto super affettuoso che voglia partecipare ad ogni attività della casa, e al quale si è disposti a dedicare molto tempo ed attenzioni, lui infatti si sente membro della famiglia a tutti gli effetti e mal collima con l’idea generale di “gatto di casa”, lui in una casa è il “bambino”.
Prima di prendere uno sphynx quindi chiedetevi se volete essere “posseduti” da questo micio più che possederlo, sarà decisamente come avere un figlio.
Il “padrone” (forse sarebbe meglio dire schiavo) ideale per uno sphynx è una persona che abbia decisamente voglia di un gatto invadente, che vuole mettere l’ultima “parola” su tutto, che non ti lascia un secondo, e soprattutto che non è per nulla discreto.
Gestire uno sphynx è proprio come gestire un figlio, e gli anni di selezione prettamente domestica l’hanno fatto diventare un felino “poco-felino” in alcune cose; se volete questo genere di gatto quindi non pensate al gatto da poter lasciare scorrazzare tranquillamente sul balcone, alla prima farfallina lo sphynx si butta di sotto, perché come un bimbo non ha più la concezione del pericolo (leggesi: assicurare finestre e balconi con reti a zanzariere a prova di “uragano”).
Allo sphynx poi non si può insegnare a non dormire sul letto, a non saltare sulla cucina, a lasciarci leggere con calma senza mangiucchiarci le pagine del libro, a non strusciarsi sulla nostra faccia proprio nella scena più importante del film, e a non piangere se lo lasciamo troppo solo.
Lo sphynx è estremo in tutto, chi prende uno sphynx prende tutto il pacchetto così com’è, perché è speciale! Perché sa dare tanto, e tutto quel che richiede lo ridà triplicato. Se volete uno sphynx preparatevi a questo, non acquistatelo perché bello esteticamente per poi accorgervi che è troppo affettuoso e pressante e troppo poco gatto per voi.








Torna ai contenuti | Torna al menu